','

');} ?>
+39 011 641888

Esercizi in pillole

Card. Severino Poletto

 

poletto_c

Esercizi in pillole del card. Poletto

Pur senza definirsi «prete operaio», il cardinale Severino Poletto, arcivescovo di Torino, lavorò per alcuni anni in una fabbrica della sua parrocchia. Dell’esperienza di parroco, che durò 15 anni, ricorda l’impegno per l’attuazione del Concilio Vaticano II e l’avvio di iniziative per coinvolgere i credenti nella pastorale e nell’evangelizzazione. Nato a Salgareda (Treviso) il 18 marzo 1933, il cardinale Poletto vive in Piemonte dal 1952. Ordinato il 29 giugno 1957, fu inviato a Montemagno come viceparroco e vi restò quattro anni. Nel 1965 fu nominato parroco a Oltreponte di Casale, zona di immigrazione operaia. La stagione episcopale comincia nel 1980, quando il 17 maggio gli viene conferita l’ordinazione. Per dieci anni segretario della conferenza episcopale piemontese, è cardinale dal 21 febbraio 2001.

Promosso arcivescovo di Torino il 19 giugno 1999 succedendo a Giovanni Saldarini, è elevato al rango di cardinale da papa Giovanni Paolo II nel concistoro del 21 febbraio 2001 e riceve il titolo pro hac vice di San Giuseppe in Via Trionfale.

 

Attualmente vive a Testona, frazione di Moncalieri, in una casa donata alla Curia dalla società che costruì i garage sotto i giardini della Chiesa del Santo Volto; questa casa sarà anche la dimora per i successivi arcivescovi emeriti.

Dal 12 al 13 marzo 2013 partecipa al conclave che elegge papa Francesco. Il 18 marzo, al compimento dell’80º genetliaco, esce dal novero dei cardinali elettori.

 

orari quotidiani

Feriali
S. Messa ore 07,15
Festivi
S. Messa ore 08,00
Vespri ore 17,00
Sabato
ore 17,30 Canto Solenne
della Salve regina

Iscriviti

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti ai nostri 483 iscritti.

Ultimi articoli

Seguimi su Twitter


Share This